Home > Argomenti > UNICO - dichiarazione dei redditi

UNICO - dichiarazione dei redditi

MODELLO UNICO - DICHIARAZIONE DEI REDDITI - imposte dirette

"Nessuno è tenuto a costruire il proprio fienile in modo che il Fisco vi entri con il forcone più grosso"
(l'aforisma fu espresso dalla Camera dei Lord britannica nel 1936 sul caso DUKE OF WESTMINSTER, si ringranzia l'avv. Maurizio Villani per la segnalazione)

Approfondimenti in materia di UNICO - dichiarazione dei redditi

Filtro articoli
Occhiello
Titolo
Testo
Periodo (da/a)
-- 
Riservato P.A.
si no tutti


 
|< < > >|     Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 
TASSAZIONE GIOCHI D'AZZARDO

La Corte di Giustizia ha bocciato il progetto ALL IN del fisco italiano

la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha deciso che tassare le vincite da giochi d’azzardo ottenute in altri Stati membri, esonerando invece le stesse vincite realizzate nel proprio territorio nazionale restringe la libera prestazione dei servizi (Sebastiano Cristaldi e Massimiliano Rosa) a cura di Sebastiano Cristaldi e Massimiliano Rosa, 30 Ottobre 2014
IRAP

Indeducibilità dell'IRAP e diritto al rimborso

come ormai è già noto da tempo, l’indeducibilità dell’imposta IRAP nella determinazione del reddito imponibile IRES/IRPEF accentua l’illegittimità del suddetto tributo comportando un versamento di imposte (IRES/IRPEF) su un reddito inesistente: esistono possibilità per un rimborso? (a cura Giuseppe Zambello) a cura di Giuseppe Zambello, 29 Ottobre 2014
VISTO DI CONFORMITA'

Dichiarazione integrativa: il problema del credito d'imposta e del visto di conformità

siamo in fase di invio delle dichiarazioni integrative: nel caso da tali dichiarazioni sorga un credito d'imposta bisogna fare attenzione a gestire il visto di conformità Mario Agostinelli, 27 Ottobre 2014
IL CASO DEL GIORNO

Associazioni sportive dilettantistiche: l'importanza delle comunicazioni al pubblico

le società di capitali senza scopo di lucro, le cooperative e le associazioni esercenti attività sportive dilettantistiche, che intendono beneficiare della speciale disciplina fiscale, avente ad oggetto l’attribuzione di una serie di agevolazioni per il settore, devono prevedere nei relativi statuti alcune clausole particolari Nicola Forte, 25 Ottobre 2014
730 INTEGRATIVO

In arrivo la scadenza per la presentazione del 730 integrativo

scade lunedì 27 ottobre 2014 il termine per la consegna al CAF o al professionista abilitato del modello 730 integrativo nel caso in cui, dopo un attento controllo del prospetto di liquidazione delle imposte (modello 730/3) ricevuto dal sostituto d’imposta o dall’intermediario, si riscontrino errori di compilazione o di calcolo Celeste Vivenzi, 24 Ottobre 2014
DICHIARAZIONE DEI REDDITI

La dichiarazione è emendabile solo per errori formali

le dichiarazioni dei redditi possono essere integrate dai contribuenti per correggere errori od omissioni che abbiano determinato l'indicazione di un maggior reddito o, comunque, di un maggior debito d'imposta o di un minor credito Francesco Buetto, 23 Ottobre 2014
IL CASO DEL GIORNO

Cessione di immobile: il problema di una differenza sostanziale fra valore e corrispettivo

il fisco, dopo aver accertato ai fini dell’imposta di registro un maggior valore relativo agli immobili oggetto di cessione, utilizza non di rado il medesimo valore al fine di presumere la realizzazione di una plusvalenza ai fini Irpef Nicola Forte, 20 Ottobre 2014
CESSIONE D'AZIENDA

Cessione d'azienda da padre a figlio - ad esempio licenza taxi - e plusvalenza ai fini IRPEF

è configurabile la plusvalenza ai fini IRPEF in caso di cessione d'azienda individuale - ad esempio licenza taxi - dal genitore al figlio? Ignazio Buscema, 18 Ottobre 2014
COMUNICAZIONE BENI AI SOCI

Comunicazione beni ai soci: scadenza al 30 ottobre

la prossima importante scadenza fiscale è quella che riguarda la comunicazione dei beni assegnati ai soci e ai familiari dell'imprenditore: un ripasso dell'adempimento Celeste Vivenzi, 16 Ottobre 2014
DECRETO COMPETITIVITA'

Decreto competitività: incentivo ai nuovi investimenti e normativa ACE

il Decreto Competitività per spingere la ripresa economica interviene sia sul credito d'imposta per l'acquisto di nuovi beni strumentali che sulle norme che regolano la deduzione ACE Fabio Federici, 15 Ottobre 2014
CREDITO D'IMPOSTA

Modello CVS ed investimento in aree svantaggiate

per usufruire del credito d'imposta relativo ad investimenti effettuati in aree svantaggiate era necessario inviare il modello CVS nei termini di legge, a pena di nullità dell'agevolazione Roberta De Marchi , 11 Ottobre 2014
AUTOCONSUMO

BAR e ristoranti: il problema dell'autoconsumo

nella gestione delle attività della ristorazione si pone sempre il problema dell'autoconsumo di soci, amministratori e dipendenti: analisi degli aspetti fiscali e contabili con esempi pratici di scritture derivanti dalla registrazione dei casi di autoconsumo Celeste Vivenzi, 11 Ottobre 2014
CREDITI VERSO LA P.A.

Le modalità con cui operare la compensazione dei crediti commerciali verso la Pubblica Amministrazione coi debiti tributari

la gestione dei rapporti di debito-credito della Pubblica Amministrazione col mondo imprenditoriale e professionale è un tasto dolente della situazione economica italiana: analizziamo le modalità con cui tali crediti commerciali possono essere utilizzati a pagamento di debiti tributari e quali obblighi sorgono alle Pubbliche Amministrazioni nei confronti del Fisco Massimo Pipino, 8 Ottobre 2014
BONUS INVESTIMENTI

Bonus investimenti: manca la circolare dell'Agenzia!

uno degli strumenti per il rilancio dell'economia italiana è il bonus sugli investimenti in beni strumentali nuovi a cui viene collegato un credito d'imposta a favore dell'impresa; ad Ottobre 2014 mancano le istruzioni dell'Agenzia per l'utilizzo di tale credito d'imposta Mario Agostinelli, 7 Ottobre 2014
IMMOBILI & FISCO

Il nuovo bonus fiscale per l’acquisto di immobili

le persone fisiche, non imprenditori o professionisti, che acquistano di un'abitazione per poi affittarla, in presenza di tutte le previste condizioni, hanno diritto ad una deduzione dal reddito complessivo IRPEF pari al 20% del prezzo di acquisto dell’immobile nel limite massimo complessivo di spesa di € 300.000 Vincenzo D'Andò, 4 Ottobre 2014
IMPRENDITORE AGRICOLO

Il profilo civilistico e fiscale dell’imprenditore agricolo

la figura dell'imprenditore agricolo presenta molti aspetti atipici rispetto alla normale figura imprenditoriale prevista dal panorama normativo italiano: presentiamo una guida introduttiva di 17 pagine alle norme specifiche (civili e fiscali) che governano il mondo dell'agricoltura (a cura di Cinzia De Stefanis, Matilde Fiammelli, Antonio Quercia e Francesca Arbore) a cura di Cinzia De Stefanis, Matilde Fiammelli, Antonio Quercia e Francesca Arbore, 4 Ottobre 2014
REDDITO D'IMPRESA

Inerenza: meno limiti alla deducibilità dei costi

la deducibilità del costo non prevede che esso sia stato sostenuto per realizzare una specifica componente attiva del reddito, ma è sufficiente che sia correlato in senso ampio all’impresa o che tale onere sia stato sostenuto genericamente al fine di svolgere un’attività potenzialmente idonea a produrre utili Maurizio Villani e Iolanda Pansardi, 2 Ottobre 2014
DICHIARAZIONE DEI REDDITI

La rettificabilità delle dichiarazioni fiscali (20 utilissime pagine di approfondimento)

analizziamo i casi e le condizioni in cui è possibile emendare e ritrattare (sia a favore del fisco che del contribuente) la dichiarazione fiscale già presentata, vedi indice: aspetti generali, la dichiarazione integrativa a favore in assenza di errori, la dichiarazione integrativa a sfavore, la modifica dell’opzione per il rimborso, i vantaggi della dichiarazione rettificativa rispetto all’istanza di rimborso, l’istanza di rimborso oltre i termini per la rettifica, i termini per l’accertamento sulla dichiarazione integrativa, l’orientamento delle Sezioni Unite, la procedura formale di rettifica della dichiarazione fiscale, la rettifica formale e quella giurisprudenziale, i rimborsi nel settore delle imposte sui redditi, rettifica e istanza di rimborso Fabio Carrirolo, 30 Settembre 2014
I.R.P.E.F.

Il lavoratore autonomo paga le tasse per cassa: i casi degli incassi a mezzo assegno, vaglia cambiario, bonifico bancario

la regola del TUIR è che il reddito da lavoro autonomo vada tassato secondo il principio di cassa: come si valutano gli incassi ricevuti mediante assegno e altri titoli di credito rispetto al principio di cassa? Gianfranco Antico, docente presso la Scuola nazionale dell'amministrazione, 30 Settembre 2014
INTERMEDIARI TELEMATICI

La trasmissione telematica della dichiarazione dei redditi costituisce un campo minato disseminato di ostacoli probatori a carico di chi invia in caso di controversie in ordine alla prova della trasmissione

la trasmissione telematica della dichiarazione dei redditi, direttamente da parte del contribuente o ad opera di un intermediario abilitato, costituisce un campo minato, disseminato di ostacoli probatori a carico di tali soggetti, in caso di controversie in ordine alla prova della trasmissione stessa: ecco alcuni utili suggerimenti Martino Verrengia, 30 Settembre 2014
|< < > >|     Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10